Ho atteso un annata prima di leggerlo, non affinche non mi ispirasse, invece durante una pessima preparazione.

Ho atteso un annata prima di leggerlo, non affinche non mi ispirasse, invece durante una pessima preparazione. «Lei», qui la protagonista parla con gli oggetti. Un fantasticheria spassoso, afflitto, genuino, faceto da intuire. Colloquio all’autore Nicolo Targhetta Il tomo si chiama Lei (BeccoGiallo) e non e a stento uscito nelle librerie. E ho mancato, affinche […]